top of page

Parole di design: spazio

Aggiornamento: 18 mar

L'essere umano è limitato e di conseguenza anche il suo occhio lo è: lo spazio così come viene percepito è un'illusione ottica e come tale è capace di farci percepire le cose in maniera diversa da come sono nella "realtà".


Ma prima è necessario definire il significato di realtà; la realtà non è nient'altro che lo stato delle cose che esistono fuori dalla mente umana o indipendentemente da essa.


Il design, la grafica, la pittura, e tutte le forme d'Arte in generale (anche la musica) sono capaci di distorcere lo spazio in cui ci troviamo e catapultarci in uno spazio "illusorio": basta pensare a quando ascoltiamo la nostra canzone preferita e veniamo proiettati in spazi illusori come i ricordi, le emozioni o le sensazioni che nulla hanno in comune con lo spazio "reale" nel quale ci troviamo in quel momento.

La prospettiva in un quadro ci da solo l'illusione che la stanza dipinta sia infinitamente lunga, ma di reale c'è solo che la tela sulla quale è dipinta è piatta e senza profondità.


Lo "spazio" nel design, come in ogni altra forma d'Arte, è capace di trasformarsi in base alle esigenze di ognuno di noi; un bravo designer sa come trasformare una piccola stanza e farla percepire più grande di quello che in realtà è, ma non solo, un designer, proprio come un pittore, si troverà sempre a dover lavorare con degli spazi (anche un foglio di carta è uno spazio) che andranno gestiti in base alle necessità del progetto.


Spero che questo mio ragionamento ti sia stato utile e abbia definito al meglio il ruolo dello spazio (illusorio e reale) nel design, se è così condividi questo post sui vari social e non dimenticare di dire la tua nei commenti!



39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page